Scienze olistiche

CAMPANE TIBETANE

Lecampane  tibetane sono strumenti originari del Tibet, diffusi in molti altri paesi, oggigiorno vengono utilizzate anche alle nostre latitudini, soprattutto in ambito meditativo essendo considerate strumenti vibrazionali potenti. Rispetto alle campane classiche, quelle tibetane sono statiche poiché vengono tenute in mano o posizionate a terra con la parte cava rivolta in alto. A contribuire alla loro efficacia è la composizione particolare, frutto della lega di 7 metalli principali (ma in alcuni casi anche di più): l’oro collegato al Sole, l’argento collegato alla luna, il mercurio collegato a Mercurio, il rame collegato a Venere, il ferro collegato a Marte, lo stagno collegato a Giove, il piombo collegato a Saturno. Il procedimento originariamente impiegato per creare questa lega è tuttora sconosciuto.

Condotto da:

Claudio Ischia – terapista del suono

 

Come partecipare:

Consulta il calendario del sito per sapere quando sarà il prossimo appuntamento: clicca qui

 

  1. BIODANZA® PER BAMBINI

Cos’è e a cosa serve

Cos’è Biodanza e perché può rivelarsi efficace per aiutare il bambino a superare particolari momenti di sensibilità e ad esprimere al meglio se stesso?
Biodanza® deve il suo nome al termine greco biòs e viene anche chiamata “danza della vita”. Nacque nei primi anni ’60 in Cile ad opera dello psicologo, antropologo e, ancor prima, insegnante elementare, Rolando Toro Araneda, il quale nel 1965 iniziò a sperimentare l’uso della danza con alcuni pazienti in cura presso la clinica psichiatrica dell’Università pontificia di Santiago del Cile. Notando i numerosi benefici che questi esercizi portavano all’individuo, provò a sperimentarli anche su soggetti sani, creando un metodo fondato sulle scienze umane e sulla biologia, alla cui base sta la Gestalt musica- movimento-emozione.
Biodanza® su passi ben precisi o movimenti strutturati come avviene per altre discipline motorie, ma consente a ogni singolo individuo di esprimersi in modo naturale e spontaneo. La danza accompagnata dalla musica, dal ritmo e dalla melodia, aiuta il bambino a esprimere i propri moti interiori, muovendosi in armonia nello spazio senza prevaricare, in allegria e tranquillità.
Il lavoro che Biodanza® compie, oltre a migliorare la coordinazione motoria di genetici di ogni soggetto, e nei bambini in particolare: risulta praticabile anche con bambini piccoli, in quanto non si basa ciascun individuo, consiste nello stimolare i talenti, nonché i potenziali la Vitalità, che consente loro di comprendere quando muoversi e quando rimanere fermi, stimolandone l’autoregolazione alle proprie sensazioni.
Nel corso delle varie sessioni di Biodanza®, che si tengono sempre in gruppo, l’insegnante propone degli esercizi strutturati che vertono sulla triade:

Musica: fa da stimolo e spinge a esternare le emozioni
Movimento: permette al corpo di entrare in azione
Vivencia: consente di stare nel qui ed ora con la massima presenza
I vari tipi di esercizio proposti – individuali, a coppie, in gruppo – includono ad
autoregolazione e danze di coordinazione.
L’utilizzo del gioco associato alla musica permette un’armonizzazione psicomotorio-affettiva che porta il bambino a una maggior serenità e a una consapevolezza dei propri bisogni e di quelli degli altri, migliorandone il tono muscolare e riducendone le tensioni, anche a livello emotivo. Con Biodanza® anche il bambino più “chiuso” può “aprirsi”, acquisendo così un maggior senso di fiducia in se stesso e nell’altro.
La presenza del gruppo consente infatti a ciascun bambino di sperimentare diverse modalità di relazione con l’altro, quindi di confrontarsi, di conoscere e conoscersi, esprimendo il proprio sentire attraverso il linguaggio corporeo, che è universale, con gioia ed entusiasmo.
Per crescere insieme in armonia.

Condotto da:

Susanna Celegato

 

[icon name=”pencil-square” class=”” unprefixed_class=””] Come partecipare:

Consulta il calendario del sito per sapere quando sarà il prossimo appuntamento: clicca qui

 

CONOSCERE SE STESSI ATTRAVERSO GLI ALBERI

 

I suoi studi artistici sono cominciati da molto giovane frequentando il Conservatorio di Metz
(Francia), nelle discipline: danza classica, pianoforte e teatro. Il suo percorso formativo è poi
proseguito in corsi privati fino a 20 anni.
Nel 2016, scopre l’Ashtanga Yoga (Marcello Leoni, Modena) e questo momento è vissuto come un
vero colpo di fulmine, un richiamo alla sua prima disciplina giovanile, la danza. Questo incontro dà
una nuova direzione alla sua vita. Nel 2017 si diploma presso la Scuola AIYB (Milano) e comincia
ad insegnare lo Yoga ai bambini. Segue un ritiro dedicato alla pratica, al pranayama e alla
meditazione, che le permette di ottenere la certificazione per l’insegnamento dell’Hatha e Vinyasa
Yoga agli adulti (scuola Hari-Om, 2018, Cascina Bellaria).
Il suo obiettivo è di condividere lo Yoga come lei lo ha scoperto: un’esplorazione personale e
spirituale, un rifugio, una pratica rigenerante, una gioia. Soprattutto, desidera dimostrare che lo
Yoga si inserisce facilmente nelle nostre vite quotidiane, per portare a tutti i suoi benefici.

Condotto da:

Noémi Risch-Vannier

[icon name=”pencil-square” class=”” unprefixed_class=””] Come partecipare:

Consulta il calendario del sito per sapere quando sarà il prossimo appuntamento: clicca qui